sponsor

    L’intervista, Walter Lunghi: “Ho scelto Brugnato per contribuire alla rinascita della società”

    Walter Lunghi, noto allenatore del panorama calcistico spezzino, si racconta nella sala stampa virtuale di Calcio Spezzino. Il mister, con un lungo passato in vari settori giovanili della provincia, ha sposato la causa del Brugnato che, dopo molti anni di assenza, è tornato in un campionato Figc.

     

    • Mister, dopo numerose esperienze a livello di Settore Giovanile hai deciso di accettare la chiamata del Brugnato, iscritto al campionato di Seconda Categoria. Cosa ti ha spinto a fare questa scelta?

    “Avevo la possibilità di rimanere nel mondo dei ragazzi ma ho accettato la proposta del Brugnato per la voglia di contribuire alla rinascita di questa società. Quest’ anno, dopo la rinascita della scorsa stagione, volevamo fare un salto di qualità importante e, con la riconferma della rosa e l’innesto di otto importanti volti nuovi, pensiamo di averlo fatto.”

    • Dopo parecchi anni di assenza, il Brugnato è tornato a calcare i campi della Figc. Quali sono gli obbiettivi della società?

    “Tra gli obbiettivi vi è sicuramente quello di costruire una rosa formata prevalentemente da elementi del posto e ci stiamo riuscendo. Poi certo, vincere fa sempre piacere e sicuramente ci proveremo consapevoli che, comunque andrà, ci divertiremo e riporteremo tanti appassionati al campo.”

    • Che ambiente hai trovato a Brugnato? Pensi che la squadra sia competitiva per tentare il salto di categoria quando si tornerà a giocare?

    “L’ambiente che ho trovato a Brugnato è quello che ogni allenatore vorrebbe avere. Tanti giovani con entusiasmo, un giusto numero di giocatori esperti ma tutti ragazzi che conosco da molti anni. Il presidente Michele Salesiani è sempre presente ed attento ad ogni mia richiesta ed i dirigente sono davvero fantastici. Penso che la squadra potrà essere competitiva per la Seconda Categoria, lo era lo scorso anno e con i nuovi innesti lo sarà ancora di più.”

    • Quale giocatore, attualmente in forza ad un’altra società, ti piacerebbe allenare nel tuo Brugnato?

    “Non c’è un giocatore in particolare. Mi piacerebbe allenare ragazzi che magari ho già avuto da bambini nei vari settori giovanili.”

    • Quest’anno il campionato di Seconda Categoria, per ovvi motivi, non ha preso il via. Chi avresti visto come favorite per la vittoria finale?

    “Quest’anno sarebbe stato un bel campionato con almeno tre o quattro squadre di livello a giocarsi la vittoria finale. Tra queste metto anche il Brugnato.”

    • Nella tua carriera più gioie o rimpianti? Quali stagioni ricordi con maggior affetto?

    “Devo ritenermi fortunato perché ho sempre allenato in società molto organizzate e di buon livello. Ho vissuto stagioni importanti con Fo.Ce.Vara, Sarzanese, Aullese, Tarros Sazanese e Valdivara 5 Terre.”

    • Hai un sogno nel cassetto che non hai ancora realizzato come allenatore?

    “Mi piacerebbe vincere un campionato con la squadra del mio paese, il Brugnato, magari con i miei figli in campo.”

    • Il Coronavirus sta impedendo la ripresa della maggior parte dei campionati dilettantistici. Pensi che la stagione attuale sia da considerarsi conclusa?

    “Le ultime voci danno per certo che non si riprenderà, penso che non ci siano le condizioni giuste per ricominciare. Speriamo che, con l’arrivo del vaccino, si rimetta tutto a posto e si possa finalmente ripartire.”

    • Vuoi aggiungere qualcosa?

    “Aggiungo che in un momento di difficoltà come questo ci vorrebbe un aiuto da parte della Figc per le società che sopravvivono a fatica e rischiano di sparire. E’ già una tristezza che a La Spezia sia sparita la Terza Categoria e si riesca a malapena a fare la Seconda.”

    Other Articles

    CALCIO SPEZZINONewsUnder 15/Under 14/Giovanissimi
    NewsSerie D Gir. A

    Leave a Reply