sponsor

    Lavagnese a picco al “Chittolina”

    Dopo la sconfitta con la Folgore Caratese arriva anche quella con il Vado ex fanalino di coda del torneo: nove reti subite nelle ultime due partite

    Sembra non esserci fine al peggio per la povera Lavagnese, dopo il pesante 0-5 rimediato domenica al Riboli contro la Folgore Caratese arriva infatti un incredibile 4-2 ad opera del Vado.

    La gara a dire il vero inizia bene per i ragazzi di Nucera, con Basso e Rovido che nei primi minuti impensieriscono l’estremo locale Luppi, poi una conclusione di Addiego Mobilio al 10′ fuori di molto e il Vado inizia ad affacciarsi nella metà campo bianconera con Vignali che al 14′ tiene sveglio Boschini.

    Dopo i primi quindici minuti ad appannaggio dei bianconeri il Vado inizia ad emergere dalla propria tana ma è proprio in questo momento che Basso con un tiro tanto bello quanto improbabile disegna una parabola mistica che va ad insaccarsi nell’angolino alle spalle di Luppi per il meritato vantaggio ospite.

    Il Vado non demorde e si esibisce in un paio di ripartenze fulminee che portano alla conclusione Tissone al 32′ e Taddei al 35′, ma ancora la Lavagnese con Rovido ha l’occasione per raddoppiare.

    Come spesso accade la Lavagnese non punge e sbagliando alcune finalizzazioni per scarsa precisione viene punita dall’ex Andrea Bacigalupo che al 45′ svetta più in alto di tutti e segna il pareggio vadese. Pochi secondi e il direttore di gara Eremitaggio di Ancona fischia la fine del primo tempo.

    Pronti via e il secondo tempo inizia col botto, Lavagnese ancora mentalmente negli spogliatoi e Vado che al 47′ usufruisce di un calcio di rigore per un fallo di mani di Buongiorno su tiro ravvicinato di un attaccante del Vado. Dal dischetto Vignali non sbaglia e centra il raddoppio per i rossoblù.

    Come se non bastasse al 52′ Bernardini sfrutta uno sciagurato retropassaggio di Oneto su dormita difensiva e beffa Boschini in uscita siglando il 3-1, Lavagnese non pervenuta.

    A questo punto, nel giro di quattro minuti, mister Nucera rivoluziona la squadra con l’ingresso in campo di Bei, Perasso e Tripoli al posto di Romanengo, Rovido e Buongiorno ma poco cambia, la manovra bianconera è macchinosa e il solo Addiego Mobilio perviene alla conclusione al 58′ e al 64′ trovando però sulla sua strada il sempre pronto Luppi. Al 65′ primo cambio anche per il Vado con Boiga che rileva Barbetta e dopo cinque minuti il Vado segna il 4-1 grazie alla rete di L. Casazza che sfrutta un perfetto assist dalla destra e salta più in alto di tutti insaccando in rete.

    Nel quarto d’ora finale un paio di conclusioni di Boiga e un debolissimo tiro di Tripoli non impensieriscono i rispettivi portieri, nel finale per il Vado in campo Risso e A. Casazza al posto di Gulli e Bernardini e per la Lavagnese dentro Bacigalupo G. e Ozuna Mejia al posto di Oneto e Addiego Mobilio.

    Ultima beffa la rete della Lavagnese che definisce il 4-2 finale grazie alla deviazione nella propria porta di Strumbo su tiro di Basso.

    Nove reti subite nelle ultime due gare, due gare importanti per mantenere una buona posizione di classifica e invece mal interpretate, la prima anche a causa delle troppe assenze, la seconda per qualche oscuro motivo…domenica al Riboli scende il Fossano, imperativo svegliarsi e fare tre punti che farebbero chiudere il girone d’andata almeno con un mezzo sorriso.

    Tabellino
    Vado – Lavagnese 4 – 2
    Marcatori: 26′ Basso, 45′ Bacigalupo A. 47′ Vignali rigore, 52′ Bernardini, 70′ Casazza L., 91′ Strumbo autorete.

    Note: Ammoniti all’8′ Taddei, al 21′ Romanengo, al 34′ Bacigalupo A., al 71′ Avellino, al 74′ Gulli, Calci d’angolo 8 – 10, Falli commessi 15 – 11

    VADO : Luppi, Casazza L., Lipani, Bernardini (89′ Casazza A.), Strumbo, Tissone, Barbetta (65′ Boiga), Taddei, Vignali, Gulli (85′ Risso), Bacigalupo A.

    A disposizione Scatolini, Ravera, Barisone, D’Antoni, Dagnino, Catapano. All. Luca Tarabotto.

    LAVAGNESE: Boschini, Oneto (85′ Bacigalupo G.), Profumo, Avellino, Basso, Rossini, Romanengo (53′ Bei), Alluci, Buongiorno (57′ Tripoli), Addiego Mobilio (87′ Ozuna Mejia), Rovido (57′ Perasso).

    A disposizione Bova, D’Orsi, Queirolo, Orlando. All. Gianni Nucera.

    Arbitro: Enrico Eremitaggio di Ancona.

    Assistenti: Tommaso Ercolani di Milano e Nicolas Prestini di Pavia.

    Other Articles

    Leave a Reply