sponsor

    Il Tribunale Federale dà ragione a Valdivara e Brugnato: Lunghi era solo allenatore dell’Under16 del Valdivara

    Respinto l’esposto di Roberto Podenzana, ai tempi Dirigente Accompagnatore dello stesso Valdivara 5 Terre

     

    Il Tribunale Federale territoriale del Comitato Regionale Liguria ha prosciolto il Brugnato, il Valdivara ed i loro Presidenti perché gli addebiti per cui sono stati deferiti non sussiste.

    Il Brugnato è stato difeso dall’Avv. Ignazio Sabatino il Valdivara dall’Avv. Francesco Rondini entrambi del Foro della Spezia.

    Come si apprende dal Comunicato Ufficiale odierno Il procedimento traeva origine dall’esposto presentato dal Signor Roberto PODENZANA, tesserato nella Stagione Sportiva 2019/2020 per la ASD VALDIVARA 5 TERRE con la qualifica di Dirigente Accompagnatore, il quale riferiva che nella medesima stagione sportiva il Signor Valter LUNGHI era tesserato quale allenatore U-16 Regionale per la stessa società e risultava, altresì ricoprire la carica di Direttore Sportivo della società BRUGNATO 1955.
    Tale accusa era, per così dire, riscontrata da:
    – un articolo di giornale nel quale compariva un’intervista rilasciata dal Signor Lunghi il quale
    veniva qualificato dall’autore dell’articolo quale Direttore Sportivo del Brugnato;
    – la pagina Facebook della predetta società, nella quale il Signor Lunghi compariva
    nell’organigramma societario come Direttore Sportivo.

    Nel corso del procedimento, venivano escussi il Signor Podenzana, che confermava quanto da lui
    rappresentato nell’esposto di cui sopra, nonché i Signori Salesiani e Lunghi, i quali respingevano
    l’addebito.

    In particolare, questi ultimi affermavano concordemente che non vi fosse alcun rapporto di
    tesseramento tra la società Brugnato 1955 ed il medesimo Signor Lunghi, che per la stagione sportiva 2019/2020 risultava regolarmente tesserato per la società VALDIVARA 5 TERRE come allenatore, giusta la documentazione prodotta dalla difesa di quest’ultima società.

    Alla luce di quanto sopra, non si ritiene raggiunta la prova della responsabilità dei soggetti deferiti
    per i fatti loro rispettivamente ascritti.
    E’ opinione di Questo Tribunale, infatti, che l’articolo di stampa non sia probante nel senso preteso
    dalla Procura, poiché è il giornalista a qualificare il Lunghi come Direttore Sportivo del Brugnato e
    non è il sullodato qualificarsi in quanto tale; di talché non è possibile trarre alcun elemento di prova
    da detto costituto, in quanto l’opinione di un giornalista non può essere considerata una prova atta
    a superare quanto consta dalle fonti ufficiali laddove si discetti in merito alla composizione di un
    organigramma societario.

    Sul punto, giova precisare che il Signor Lunghi come si è detto risultava essere regolarmente tesserato per la società VALDIVARA 5 TERRE e del tutto estraneo alla società BRUGNATO 1955.
    Né quanto emerge dalle fonti ufficiali può essere messo in dubbio in virtù del contenuto della
    pagina Facebook della società BRUGNATO 1955, atteso che la stessa non costituisce
    emanazione ufficiale della società e non è tenuta soggetti ad essa tesserati; ciò per cui l’indicazione del Signor Lunghi quale Direttore Sportivo può essere dovuto ad un errore ovvero può
    essere il frutto di una mera ipotesi poi non concretizzatasi.

    Non sussistono, pertanto, elementi sufficienti per ritenere provato che il Signor Lunghi, nella
    Stagione Sportiva 2019/2020 abbia ricoperto la carica di Direttore Sportivo della società
    BRUGNATO 1955, allorquando era regolarmente tesserato per la società VALDIVARA 5 TERRE
    come allenatore U-16 Regionale.

    Other Articles

    Leave a Reply