sponsor

    Harakiri Imperia, il Fossano ultimo passa al “Ciccione”

    Brutto K.O. interno per i ragazzi di Lupo: la cronaca dell’ufficio stampa nero azzurro

    L’Imperia si butta via e perde 2-3 contro il Fossano, nei minuti finali. Il rammarico è grande, non solo per la partita, perché i nerazzurri potevano rimanere agganciati al ‘treno playoff’, ora distante quattro punti.

    Mister Lupo ripropone lo stesso undici che ha sconfitto la Caronnese nell’ultimo match casalingo: Virga, a destra, a fronteggiare il possente Coulibaly, Grandoni a gestire il gioco e il tandem Capra-Minasso a supporto di Donaggio. Al primo affondo, però, il Fossano passa: De Souza fa da sponda sul cross di Coulibaly e Lazzaretti, a rimorchio, controlla e batte Dani.
    Il vantaggio ospite scuote immediatamente l’Imperia che va vicinissima al pari con Donaggio in due occasioni. Dapprima l’attaccante si mette in proprio facendo secco il difensore e chiamando  Merlano al grande intervento; poi centra la traversa con un colpo di testa da pochi passi, su cross di Virga.
    La partita viaggia su buoni ritmi e gli estremi difensori non possono mai abbassare la concentrazione. Il match vive un altro momento clou quando Capra viene atterrato da Giraudo al limite dell’area: per l’arbitro è punizione e cartellino rosso per il difensore, considerato ultimo uomo.  Dai 20 metri si presenta il giovane Grandoni che col mancino pennella una traiettoria che si insacca nel ‘sette’. E’ il primo gol in maglia nerazzurra per il classe ’99 che potrebbe replicare poco dopo ma mette alto il calcio piazzato.

    Nella ripresa, l’Imperia mette subito la testa avanti con Capra che, dopo una bella serpentina, trafigge Merlano. I ‘Draghi’ vanno in vantaggio ma nell’andamento del match si fa fatica a trovare un filo logico: i ragazzi di Lupo sembrano ormai in pieno possesso della situazione anche se il Fossano rimane sul pezzo. In superiorità numerica e avanti nel punteggio, l’Imperia non trova la via della porta avversaria e corre più di un pericolo in difesa. La partita subisce l’ennesima svolta quando, ad un quarto d’ora dal termine, l’arbitro estrae il cartellino rosso diretto all’indirizzo di De Bode. E’ una doccia gelata inaspettata: Lupo prende le contromisure accentrando Virga e inserendo Malltezi a destra.  Ma l’inerzia ormai è a favore del Fossano che ha covato il fuoco sotto la cenere e, nel finale, ha la forza per colpire.
    Prima il piccolo Di Salvatore, sia nell’età (classe 2003) che nei centimetri, è il più lesto sul corner fossanese e batte Dani. Poi Coulibaly infila la fascia sinistra e crossa al centro dove De Riggi batte Dani in scivolata.
    Nel finale, le occasioni capitate sui piedi di Donaggio e Scannapieco non hanno fortuna. Poi un non irreprensibile Bonci decreta il triplice fischio.

    L’Imperia troppo ingenua e, a tratti, distratta getta al vento tre punti che sembravano alla portata. La concentrazione vola subito a mercoledì per la trasferta in casa della Folgore Caratese.

    IMPERIA-FOSSANO 3-2

    MARCATORI: 11’ Lazzaretti (F); 43’ Grandoni (I); 51’ Capra (I); 83’ Di Salvatore (F); 87’ De Riggi (F)
    AMMONITI: De Souza, Fogliarino, Bellocchio, Adorni (F), Scannapieco, De Bode (I)
    ESPULSI: 41’ Giraudo (F), 76’ De Bode (I)

    IMPERIA – Dani; Virga, De Bode, Scannapieco, Malandrino; Giglio cap., Grandoni (87’ Di Salvatore), Gnecchi (77’ Malltezi); Minasso (70’ Cassata), Donaggio, Capra. All.: Lupo
    FOSSANO – Merlano; Specchia (62’ Adorni), Scotto, Galvagno (70’ Di Salvatore), Giraudo, Reymond (80’Manuali), Coviello, Fogliarino, Coulibaly, Lazzaretti (52’ De Riggi), De Souza Simoes (44’ Bellocchio). All.: Viassi

    NOTE: Recupero nel primo tempo 1’ e 5’ nel secondo

    Other Articles

    NewsSerie D Gir. A
    NewsSerie D Gir. A
    Photo Andrea Lusso

    Leave a Reply