sponsor

    Confermato lo stop dalla Promozione in giù

    Il nuovo DPCM che entrerà in vigore il 6 marzo fino al 6 aprile, conferma le restrizioni le attività sportive

    Resta dunque lo stop fino al 6 aprile per la Promozione fino alla Terza Categoria, con i campionati che molto probabilmente ripartiranno ormai direttamente a settembre.

    Per quanto riguarda l’Eccellenza e gli altri campionati regionali con collegamenti ai campionati di interesse nazionali, anche alla luce del nuovo DPCM, non sembrano esserci impedimenti. Venerdì 5 marzo sarà il giorno della verità: l’atteso Consiglio Federale ha come punto all’ordine del giorno

    attività dilettantistica: determinazioni in merito alle competizioni della stagione sportiva 2020/2021;

    Intervenuto in diretta nella trasmissione “Fever of Bari” il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha dichiarato in merito al campionati dilettantistici e all’Eccellenza:

    Bisogna essere molto coerenti e seri nei loro confronti, è un mondo che rappresenta migliaia di addetti ai lavori, migliaia di ragazzi che hanno voglia di stare insieme, ai quali manca in questo momento non solo l’aspetto relazionare, ma l’essere squadra e di sentirsi parte attiva del mondo del calcio. 

    Sappiamo che dobbiamo contemperare l’esigenza della tutela della salute con delle norme molto restrittive in questo momento, che impediscono l’esercizio dell’attività, delle competizioni sportive, con quelle che sono le aspirazioni di tanti giovani.

    Stiamo cercando di contemperarle, il 5 di questo mese, venerdì, abbiamo un Consiglio Federale con un punto all’ordine del giorno specifico sul mondo dilettantistico e sul mondo dei giovani. 

    L’auspicio è che il mondo della politica, il mondo scientifico ci possa consentire anche a loro di dare l’opportunità di tornare in campo, perché manca non solo a noi in quanto spettatori privilegiati ma ai ragazzi, la competizione sportiva il gioco.

    Mi auguro di restituirla il più breve tempo possibile però, da tenere presente che questa è una fase molto delicata della pandemia, nella speranza che quanto prima tutti quanti potremo essere vaccinati e quindi tornare a vedere quella luce in fondo al tunnel che purtroppo da tanto tempo è sempre più buio.”

    Other Articles

    Leave a Reply