sponsor

    Canaletto Sepor, una fucina di talenti

    Da Campioli passando per Buffon, Mazzantini, Biso, Memushaj, Zaniolo, Maggiore, Ranieri per terminare a Caso, l’ultimo ad aver esordito in Serie A

    L’Unione Sportiva Canaletto Sepor per gli appassionati dello sport più amato e diffuso al mondo e soprattutto per gli addetti ai lavori delle società calcistiche professionistiche non è un club come tutti gli alti. No, perché i dirigenti e gli allenatori che, in tanti anni, si sono susseguiti in Via Lunigiana, quartier generale della società canarina, sono stati in grado di lanciare sino nel pallone che conta una serie di giovani campioni “made in Canaletto” talmente elevata da trasformare la società in una sorta di serbatoio dei vari club professionisti. Senza andare troppo indietro nel tempo, fatemi citare alcuni canarini che hanno esordito in Serie A.

    Gianfranco Campioli, attaccante classe 1968, ha smosso i suoi primi passi nel vecchio e polveroso Astore Tanca. Per Campioli una vita nel calcio fin dall’esordio in Serie A indossando la maglia della Fiorentina. Infatti l’esordio nella massima serie arriva il 26 ottobre 1986 in occasione di Fiorentina-Verona terminata con la vittoria degli scaligeri per 1-0. Poi tantissime squadre tra i campionati di C2, C1 e Serie B. Lo ricordiamo a Sassuolo, Novara, Casale, per ben quattro stagioni alla Pistoiese, Siena, Trapani, Carrarese, Treviso, Giorgione, Taranto, Martina Franca e Cuneo. A chiuso la sua lunga carriera nel calcio dilettantistico spezzino con le maglie del Brugnato, Pignone, Tarros Migliarina, Termo Riomajor e ancora quella del Canaletto Sepor.

    Gianluigi Buffon, portiere della Juventus, oltre che della Nazionale Italiana e per molti anni considerato l’estremo difensore più forte al mondo, ha iniziato la sua lunga carriera proprio nel Canaletto Sepor dove il papà Adriano allenava la formazione di Prima Categoria. La sua avventura nel mondo del calcio inizia, però, lontano dalla porta. Buffon, infatti inizia giocando in attacco. L’esordio in Serie A arriva il 19 novembre 1995, nella partita contro il Milan terminata senza gol. Da quel giorno, Buffon, ha vinto tanto e collezionato record su record. Ultimo in ordine di tempo: il calciatore con più presenze nella storia della Serie A.

    Andrea Mazzantini inizia la sua avventura nella società canarina, dove l’allenatore della prima squadra era proprio il padre di Gianluigi Buffon, per poi essere ceduto alla Pro Patria. L’esordio nella massima serie arriva il 15 maggio 1997 in occasione di Inter-Reggiana terminata con la vittoria dei neroazzurri per 3-1. Con l’Inter vince anche una Coppa Uefa, l’attuale Europa League. Lo ricordiamo anche con le maglie della Sarzanese, Livorno, Spezia, Venezia, Perugia e Siena.

    Mattia Biso, centrocampista classe 1997, è cresciuto al Tanca sotto lo sguardo attendo dell’indimenticabile Alfio Pistone. L’esordio in Serie A arriva con la maglia dell’Ascoli nella stagione 2005. Lo si ricorda anche con le maglie del Catania, sempre in Serie A, Derthona, Sampdoria, Carrarese, Tempio, Fidelis Andria, Faenza, San Martino, Mestre, Teramo, Spezia, Frosinone, Monza, Civitanovese, Ancora, Bastia, Sangiovannese e Fezzanese

     

    Ledian Memushaj, centrocampista di nazionalità albanese classe 1986, inizia a giocare nei settori giovanili di ArsenalSpezia e Canaletto prima di passare alla Sarzanese nel 2001, dove vi rimarrà per ben 7 stagioni. L’esordio nella massima serie arriva 21 agosto del 2016 con la maglia del Pescara nella partita contro il Napoli. Match terminato con un pirotecnico 2-2. Oltre alla maglia del Pescara, Memushaj ha indossa anche quelle Paganese, Chievo, Portogruaro, Carpi, Lecce e Benevento.

    Niccolo Zaniolo, attaccante della Roma e della Nazionale Italiana, smuove i primi passi con la società Maria Rosa di Salerno, una scuola calcio vicina alla Salernitana dove il papà Igor giocava. Poi prosegue il suo bellissimo percorso di crescita nello Spezia e appunto nel Canaletto Sepor. Nel 2008 il passaggio nel settore giovanile del Genoa per poi arrivare alla Fiorentina. L’esordio in Serie A arriva il 26 settembre 2018 in occasione di Roma-Frosinone terminata con la larga vittoria dei giallorossi per 4-0. Una settimana prima, però, arriva l’esordio inChampions League nel mitico stadio Bernabeu di Madrid. Nonostante la sua carriera sia solamente all’inizio, Niccolò ha già collezionato alcuni record personali. Infatti è il calciatore più giovane ad aver segnato nella fase a eliminazioni diretta della Champions League, è il calciatore più giovane ad aver segnato una doppietta in Champions League, oltre ad essere il calciatore italiano più giovane della Roma ad aver segnato in nazionale maggiore. In quella stagione, inoltre, è stato premiato come miglior giovane del campionato di Serie A.

     

    Luca Ranieri, difensore classe 1998 attualmente in forza nella SPAL, inizia a giocare nel Canaletto Sepor per poi passare alla Fiorentina dove fa tutta la trafila delle giovanili fino ad arrivare in Prima Squadra. L’esordio in Serie A avviene il 1 settembre 2019  dove gioca titolare nella Fiorentina nella partita persa al Franchi contro il Genoa per 2-1. Con i viola colleziona altri 2 presenze. Chiusa la parentesi con la Fiorentina, società che detiene ancora il cartellino, passa in Serie B nel Foggia, Ascoli e appunto Spal.

    Giulio Maggiore, centrocampista dello Spezia, inizia a giocare nelle file dello Spezia per poi passare al D.L.F Le Giraffe ed in seguito al Canaletto Sepor. Nell’estate del 2012 il trasferimento al Milan per poi fare nuovamente ritorno nella Spezia. Dopo ad aver contribuito alla storica promozione in Serie A della aquile, Giulio Maggiore fa il suo esordio nel massimo campionato il 30 settembre 2020 a Udine che coincide con la prima storica vittoria dello Spezia in Serie A.

    Giuseppe Caso, attaccante 1998 come Maggiore, Ranieri e Zaniolo. Caso è l’ultimo in ordine di tempo ad aver fatto il su esordio nel calcio che conta, quello della Serie A. Dopo aver iniziato nella scuola calcio del Canaletto Sepor, nella stagione 2008 passa nei pulcini della Fiorentina. Una vita intera nel vivaio viola, otto anni per la precisione, dai Pulcini alla Primavera. Dopo aver disputato parecchie partite nel campionato di Serie C nelle file di Cuneo ed Arezzo, ieri è riuscito a fare l’esordio in Serie A con la maglia del Genoa.

    Other Articles

    Leave a Reply