sponsor

    Tavecchio torna in campo e si candida come presidente del Comitato Lombardia

    A volte ritornano. Anzi, non sono mai andati via. Riecco in pista Carlo Tavecchio, 77 anni, presidente della Federcalcio dall’11 agosto 2014 al 20 novembre 2017 (si dimise dopo il flop mondiale), che vuole dare la scalata alla “sua” Lega Dilettanti. Per ora punta al Comitato Regionale Lombardia, il più importante in Italia. Per Tavecchio sarebbe un ritorno a casa. La sua carriera dirigenziale è iniziata proprio da lì. Da gennaio si vota, l’attuale presidente del Cr Lombardia è Giuseppe Baretti che fa parte anche del consiglio federale della Figc in quota Area Nord della Lnd, la potente Lega Dilettanti, quella che pesa di più, il 34 per cento dei voti nelle elezioni del presidente federale.

    Tavecchio, insomma, riscende in campo: con una conferenza stampa via Zoom, andata in scena nella giornata di ieri, ha annunciato la propria candidatura. “Provo turbamento per il periodo complicato del calcio lombardo, forse il più buio di sempre. Le difficoltà economiche della categoria sono evidenti e non mi sembra che purtroppo ci sia la giusta attenzione verso la Lombardia, che è il maggior contribuente della Lega Nazionale Dilettanti, perché?”, si chiede fin dal principio l’ex vertice della Federcalcio, che commenta dunque causticamente le dimissioni a sorpresa dei sette consiglieri del Comitato Regionale Lombardia: “È un danno di immagine al sistema calcio e al sistema lombardo, che era un fiore all’occhiello. Perché, voglio ricordarlo, la Lombardia è la regione modello del calcio italiano”.

    Other Articles

    Leave a Reply