sponsor

    L’intervista: Sebastiano Bianchi, un graziotto tra i “corsari”.

    Ospite di questa settimana, nella nostra sala stampa virtuale, è il giovane graziotto classe ’03 Sebastiano Bianchi, centrocampista impegnato nel Girone A di Serie D con il Sestri Levante.

     

    Ciao Sebastiano e grazie per aver accettato questa intervista virtuale con Calcio Spezzino!

    • Hai avuto un percorso importante a livello di Settore Giovanile, quali ricordi ti porti dietro?

    Il mio percorso nel Settore Giovanile è spiccato all’età di nove anni quando sono andato al Genoa con cui ho trascorso quattro anni. Successivamente ho passato cinque anni alla Virtus Entella. Sono stati anni costruttivi che mi hanno lasciato un bagaglio importante sia a livello calcistico, per l’impatto con società importanti, che umano, per il rapporto che ho costruito con compagni e società.

    • Quest’anno il debutto tra i “grandi” con il Sestri Levante. Soddisfatto di questa scelta?

    Il debutto tra i grandi è stato un traguardo importante, soprattutto per la categoria e la squadra in cui è accaduto. In un momento così importante del mio percorso calcistico ho ritenuto, insieme alla società Virtus Entella, che potesse essere più costruttiva per il mio percorso la possibilità di affrontare una stagione in un campionato importante quale è la serie D.

    • Che differenze hai notato tra Settore Giovanile e Prima Squadra?

    Con il passaggio da un settore giovanile ad una prima squadra ho incontrato parecchie differenze, a partire dall’impatto agonistico e fisico ad arrivare all’approccio, sia in campo che fuori, con persone più grandi che hanno avuto esperienze di alto livello.

    • Come vedi questo Sestri Levante? Dove lo vedremo a fine stagione?

    Ho trovato un gruppo molto unito che mi ha accolto bene fin dall’inizio facendomi sentire parte integrante della squadra, lavoriamo duramente tutti i giorni con l’idea e lo spirito di miglioramento. Così facendo credo che questa sia una squadra che potrà togliersi delle soddisfazioni.

    • Sestri Levante è da sempre una piazza che vive il calcio in maniera molto sentita. Che rapporto hai instaurato con Società e tifosi?

    Mi ritengo fortunato ad essere entrato a far parte di una società importante con un’ottima organizzazione, valori sportivi molto importanti e un organico molto competente.
    Per quanto riguarda il rapporto con i tifosi, dato che la situazione non permette loro di venire allo stadio, non possiamo vivere appieno il loro supporto che sappiamo essere particolarmente sentito, spero presto di poterli vedere allo stadio.

    • Quale squadra e quale giocatore avversario ti hanno maggiormente impressionato fin qui?

    Fino ad ora ho incontrato squadre tutte ben organizzate con giocatori di alto livello e di importante esperienza così come tanti dei miei compagni.

    • Siamo alle prese con l’emergenza Coronavirus, pensi che la stagione riuscirà a concludersi? Come la porteresti avanti?

    Fino ad oggi la situazione è stata altalenante e sono state rinviate alcune partite. La mia speranza è quella di continuare a giocare con continuità e di concludere il campionato in maniera regolare.

    • Come sta fronteggiando l’emergenza Coronavirus il Sestri Levante? Che allenamenti svolgete?

    La società si attiene e rispetta le normative imposte dalla federazione seguendo tutti i parametri per poter svolgere l’attività in sicurezza e seguendo i protocolli previsti.

     

     

    Other Articles

    Leave a Reply