sponsor

    Riforma dello Sport: approvati i 5 decreti. Addio all’art. 108 noif

    Il ministro dello Sport Spadafora ha annunciato l’approvazione in Consiglio dei Ministri di 5 dei 6 decreti di riforma dello sport: “Peccato non aver trovato un accordo sul “decreto uno”, che metteva ordine nei ruoli e nelle funzioni degli organismi sportivi

    Lo aveva annunciato il ministro Spadafora e così è stato. Anche se non completamente. Sono stati approvati cinque dei sei decreti proposti, all’interno della riforma dello sport. Solo il nodo della “governance” delle Federazioni Sportive e delle organizzazioni, tra cui anche il Coni, resta evidentemente in sospeso.

    Il Consiglio dei Ministri ha approvato, questo pomeriggio, 5 punti nevralgici della legge delega. Come detto numerose volte dal Ministro dello Sport, i lavoratori sportivi saranno tutelati con tutta una serie di cavilli amministrativi, dopo anni di assenza di iniziative. Sarà ufficiale il tanto atteso dalle atlete, il professionismo femminile e non solo. Gli atleti paralimpici potranno essere assunti dai Gruppi Sportivi Militari e dai Corpi dello Stato. Ci sarò l’abolizione del vincolo sportivo per i più giovani, ovvero il 108, sostituito da un premio di formazione: “Solo alcune delle norme che mi rendono felice”. Scrive Vincenzo Spadafora sulla sua pagina ufficiale Facebook. “Peccato non aver trovato un accordo sul decreto “uno”, che metteva ordine nei ruoli e nelle funzioni degli organismi sportivi”.

    Other Articles

    Leave a Reply